PRESENTAZIONE

RICERCA

DIDATTICA

MATERIALI

PUBBLICAZIONI

ATTIVITÀ

 

 

 

GIANFRANCO STANCO

Qualifica
Ricercatore s.s.d. IUS/19, Professore aggregato di Storia del diritto medievale e moderno, Storia del diritto europeo, Storia della Pubblica Amministrazione

Recapito
Università Lum “Jean Monnet”
Dipartimento di Scienza e Storia del Diritto - Facoltà di giurisprudenza
Via S.S. 100 Km. 18
70010 Casamassima (Ba)
Tf. 080-4524311
gstanco@libero.it 


PROFILO


Note biografiche

Nato a Frigento (Av) il 2 giugno 1971, nell’aprile 1997 si laurea in Giurisprudenza presso l'Università degli studi di Salerno con una tesi su “L’ordinamento giuridico di Frigento tra i secc. XVI-XVIII”, perfezionandosi nel 1998, con votazione 100/100, in “Stato, Federalismo, Autonomie locali”, presso il Dipartimento di Teoria e Storia delle Istituzioni giuridiche e politiche nella società moderna e contemporanea.


Curriculum Accademico

      a. attività didattica

Dal 1998 al 2000 è ‘Cultore della materia’, componente le commissioni d’esame degli insegnamenti di Storia del diritto italiano e di Storia delle istituzioni politiche, e Contrattista, nel 1999, tema di ricerca “La feudalità nel secolo XVI, con particolare riferimento ai Gesualdo di Venosa”, presso il Dipartimento di Teoria e Storia del Diritto, Facoltà di Giurisprudenza, Università degli Studi di Salerno.

Dal 2001 al 2002 è Assegnista, con contratto di durata annuale, rinnovato per un anno, tema di ricerca “Contesti territoriali e dialettica sociale”, presso il Dipartimento di Scienze giuridiche, economiche e finanziarie, italiane e comunitarie, e, fino al 2003, ‘Cultore della materia’, componente le commissioni d’esame dell’insegnamento di Storia del diritto italiano, Facoltà di Giurisprudenza, Seconda Università degli Studi di Napoli.

È Contrattista nel 2002, nell’ambito del Progetto NET-1998, e nel 2004, nell’ambito del Progetto FIRB-2003 “Interculturalità tra mondo islamico e mondo occidentale in età normanno-sveva”, presso il Centro Europeo di Studi Normanni-Ariano Irpino.

Nell’a.a. 2003/2004 è Contrattista, per lo svolgimento di attività didattiche integrative dell’insegnamento di Storia del diritto italiano, I Corso di Laurea in Scienze Giuridiche, 60 ore, ed è, tuttora, ‘Cultore della materia’ e componente le commissioni d’esame degli insegnamenti di Storia del diritto medievale e moderno, Storia della giustizia, Diritto Comune, Facoltà di Giurisprudenza, Università degli Studi “Federico II” di Napoli.

Dal 2004 al 2005 è Assegnista, con contratto di durata annuale, rinnovato per un anno, tema di ricerca “Teoria e storia delle istituzioni medievali con particolare riferimento al Mezzogiorno d’Italia e alle sue relazioni con le civiltà del Mediterraneo”, presso la Facoltà di Lettere, ed è, tuttora, componente le commissioni d’esame dell’insegnamento di Storia delle istituzioni medievali, Facoltà di Giurisprudenza, Università degli Studi “Suor Orsola Benincasa” di Napoli.

Nel 2006 è vincitore di concorso a n. 1 posto di ricercatore universitario per il Raggr. disc. IUS/19, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Lum “Jean Monnet”, Casamassima (Ba), ed è incaricato dell’insegnamento di Storia del diritto italiano.

Nell’a.a. 2006/2007 è titolare di un Modulo di 20 ore, nell’ambito dell’insegnamento di Storia del diritto medievale e moderno, Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza, e di un Modulo di 15 ore, nell’ambito dell’insegnamento di Storia del diritto italiano, Corso di Laurea Triennale in Scienze Giuridiche (Fac. Giur. – LUM “Jean Monnet”).

Nell’a.a. 2007/2008 è contitolare degli insegnamenti di Storia del diritto medievale e moderno e di Storia della Pubblica Amministrazione (Fac. Giur. – LUM “Jean Monnet”).

Dall’a.a. 2006/2007 per delibera del Consiglio di Facoltà è Professore Aggregato e dall’a.a.

      b. attività accademica

Nel 1998 è relatore al Convegno: “I D’Avalos di Montesarchio e la Valle Caudina: storia di un luogo e di una dinastia”, a cura dell’Archivio di Stato di Napoli e dell’Università degli Studi di Salerno, 3-5 dicembre, Napoli-Benevento-Montesarchio.

Nel 2002 è componente dell’Unità di ricerca relativa al Progetto di Ricerca di Rilevante Interesse Nazionale sul tema “Storia del processo moderno e contemporaneo. Riti, tecniche, interessi” coordinato dal Prof. Orazio Abbamonte (2002-2004).

Nel 2003 è relatore dei seguenti Convegni: “Fra sistole e diastole: la città”, a cura dell’Istituto per la Storia della Società e dello Stato Veneziano, Fondazione Giorgio Cini, 26-28 maggio, Isola di S. Giorgio Maggiore-Venezia; “Ariano tra feudalità e demanio”, a cura del Centro Europeo di Studi Normanni, 17-18 ottobre, Ariano Irpino; “Carlo Gesualdo nella Storia d’Irpinia, della Musica e delle Arti”, a cura dell’Associazione Culturale Internazionale “Sinestesie” e dell’Università degli Studi di Salerno, 6-7 dicembre, Taurasi-Gesualdo.

Nel 2004 è componente del gruppo di ricerca coordinato dal Prof. Luciano Martone sul tema “Domini collettivi e usi civici tra antico regime ed età contemporanea”, ed è relatore al Convegno: “Feudi nello Stato e feudi come ‘Stati’ capitale finanziario e feudalità nel Viceregno Spagnolo”, Gli Incontri di S. Martino III, a cura della ‘Compagnia de la Terra Nova’, Regione Basilicata, Provincia di Potenza, Comune di Melfi, Biblioteca Vescovile di Melfi Archivio ‘P.T. Basta’, Università degli Studi di Basilicata, 12-13 novembre, Melfi.

Nel 2005 è componente del gruppo di ricerca coordinato dal Prof. Aurelio Cernigliaro sul tema “Demani e proprietà pubblica: categorie storiche, dinamiche di sviluppo, esperienze coloniali”, ed è relatore al I Corso della Settimana di Alti Studi: “La chiesa, il papato e il regno normanno”, a cura del Centro Europeo di Studi Normanni, 10-15 ottobre, Ariano Irpino.

Nel 2006 è componente dell’Unità di ricerca relativa al Progetto di Ricerca di Rilevante Interesse Nazionale sul tema ‘Giurisdizione ed economia pubblica e privata. Profili storici e comparatistici tra Antico Regime ed età contemporanea’ coordinato dal Prof. Aurelio Cernigliaro (2006-2008); è relatore al II Corso della Settimana di Alti Studi: “Papato, Impero e Regno nel XIII secolo”, a cura del Centro Europeo di Studi Normanni, 25-30 settembre, Ariano Irpino; è componente della Commissione incaricata di stabilire i criteri di equipollenza per il passaggio dal “vecchio” al nuovo ordinamento didattico del corso di laurea magistrale in Giurisprudenza; è componente di una delle Commissioni istituite per l’analisi dei singoli curricula universitari; è Delegato della Commissione Disabilità e Delegato per attività Universitarie extracurriculari (LUM “Jean Monnet”).

Nel 2007 è relatore al Seminario di Studi: “La percezione del territorio: definizioni, descrizioni, rappresentazioni”, a cura dell’Istituto per la Storia della Società e dello Stato Veneziano, Fondazione Giorgio Cini, 7-9 maggio, Isola di S. Giorgio Maggiore-Venezia.

Nel 2009 è Responsabile del Progetto di Ricerca di Ateneo sul tema “Esiti giuridici di esperienze ambientali finitime, con particolare riferimento all’area apulo-campana”; è componente dell’Unità di ricerca relativa al Progetto di Ricerca di Ateneo sul tema “L’esecuzione civile, il giudizio di ottemperanza e il giudicato” coordinato dal Prof. Andrea Panzarola (Fac. Giur. – LUM “Jean Monnet”).


Aree di interesse scientifico

Storia giuridica, delle fonti e delle istituzioni in età medievale e moderna. Storia della giustizia e degli apparati giudiziari. Storia del processo. Cultura e Storiografia giuridica. Ius Regni, normative locali urbane e rurali del Mezzogiorno.


Pubblicazioni principali

- L’ordinamento di Frigento in un inedito “bando” di fine Cinquecento, «Rivista Storica del Sannio», 7, 1, 1997, pp. 65-82.

- I casali di Frigento, «Vicum», 29, 1998, pp. 125-147.

- Bisaccia e il demanio del “Formicoso”, «Rivista Storica del Sannio», 13, 1, 2000, pp. 247-265.

- Nuove fonti per la biografia di Carlo Gesualdo, «Rivista Storica del Sannio», 15, 1, 2001, pp. 57-110.

- Le libertà di Ariano: Ordinamenti municipali e dialettica sociale in Ariano Irpino (secoli XV-XVII), «Archivio Storico per le Province Napoletane», 120, 2002, pp. 1-81.

- Voci “Assise di Gerusalemme” (I, pp. 121-124) e “Libri feudorum” (II, pp. 173-174), in Enciclopedia Fridericiana, Istituto della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani, Roma 2005.

- Carlo Gesualdo: la vita e il destino come dramma in musica, in All’ombra principesca. Atti del Convegno di Studi Carlo Gesualdo nella storia d’Irpinia, della musica e delle arti (Taurasi-Gesualdo, 6-7 dicembre 2003), a cura di Piero Mioli, LIM, Lucca 2006, pp. 87-148.

- La magnifica città di Ariano: dal castrum alla fiera. Forze centripete e tendenze centrifughe, elementi di formazione e linee di sviluppo della città di Ariano Irpino, «Studi Veneziani», 52, 2006, Pisa-Roma 2007, pp. 61-97.

- Scipione de Augustinis, L’«Amor’ infinito, ch’alla Patria si deve». La Descrittione d’Ariano di un notaio del XVI secolo, edizione critica a cura di Gianfranco Stanco, prefazione di Giuseppe Galasso, Elio Sellino Editore, Avellino 2008, CXII, 263.

- Giustizia e majestas nel XII secolo. Alle origini della “secolarizzazione” della iustitia, in Themis. Tra le pieghe della giustizia. Percorsi storici raccolti da Aurelio Cernigliaro, Giappichelli, Torino 2009, pp. 3-24.

- Ariano Irpino: dai Carafa ai Gonzaga. La gestione di uno ‘stato’ feudale tra Quattro e Cinquecento, in Feudi nello Stato e feudi come “Stati”. Capitale finanziario e feudalità nel Viceregno Spagnolo (Melfi, 12-13 novembre 2004), Viella, Roma (in corso di stampa).


Altre attività scientifiche

Socio della Società Napoletana di Storia Patria.

Socio della Società italiana di Storia del diritto.


         Copyright © 2009 sestus.it - Tutti i diritti riservati - Webmaster: Rosario Ago